Chiara Mattioli e Espumador sul podio Juniores Europei 2019

Lunedì, 07 Ottobre 2019 22:50

Grande spettacolo nella giornata finale dell’edizione 2019 del Campionato Europeo di Monta da Lavoro con quattro giornate di gare, dal 3 al 6 ottobre, che ha visto in campo atleti da quattro Nazioni, tra cui i migliori talenti giovanili e senior a livello europeo, che si sono dati battaglia sportivamente per aggiudicarsi le numerose medaglie in palio.

La nostra verde regione ha visto selezionati dal Responsabile nazionale Ernesto Fontetrosciani, per questa competizione internazionale sognata da molti, i due binomi Chiara Mattioli su Espumador e Riccardo Trufelli sul suo storico compagno Leo Chic Jac entrambe reduci, a una sola settimana, dai Campionati Italiani nei quali Trufelli ha riportato un importante bronzo per la categoria Juniores e Mattioli un incredibile 4° posto Amatori, categoria numerosa e folta di atleti di storica e comprovata abilità.

Combattutissima fino all’ultimo secondo la classifica tra i migliori Juniores d’Europa, dove sempre a primeggiare gli italiani per tutte le quattro prove del completo. Prova dopo prova si sono alternati sui podi di specialità lottando a ritmi serrati ma con una grande voglia di farcela e soprattutto di sapere d’avercela messa tutta.

Ma ci sono stelle che hanno brillato più delle altre!

Quest’anno gli onori del podio Europeo vanno all’atleta marchigiana Chiara Mattioli, bronzo individuale JUNIOR - Campionato Europeo di Monta da Lavoro Tradizionale.

Meritato, super meritato, strameritato questo podio per la 19enne di Tavernelle studentessa alla facoltà di Scienze Agrarie dell’Ateneo di Ancona, in sella al suo adorato Espumador PRE di otto anni col quale ha condiviso questa incredibile avventura.

Le lacrime agli occhi per la gioia del Presidente del Centro Ippico La Scodata Ranch di Fossombrone, Nicola Di Venere, veterano della Gimkana e referente di disciplina regionale; Nicola la ricorda ancora bambina, silenziosa e determinata, quando montare a cavallo era il suo unico desiderio e così è rimasta, sempre limpida e sincera, dolce e mai prepotente o pretenziosa; nessuno più di lei meritava questa soddisfazione, ci dice, perché è una grande lavoratrice e atleta corretta e sportiva. Chiara non ha investito, come altri, in un cavallo vincente e costosissimo, Chiara ha investito nel sacrificio, nella costanza e con la sua umiltà ha percorso la strada del successo, averla tra i miei tesserati è non solo un onore ma un privilegio perché può essere di esempio per molti altri giovani atleti e non.

Immancabili anche le lodi dell’Istruttore Michele Guidi che la ha accompagnata in questo cammino: la sua arma vincente? L’umiltà e il sangue freddo, probabilmente dovuto al disinteresse verso la competizione fine a se stessa, ma l’amore per l’equitazione, in tutti i suoi tempi, il tempo del lavoro, il tempo del programma, il tempo della costruzione ed il tempo della verifica, la gara, che non vive come un traguardo ma semplicemente come una parte dell’insieme, si, la sua arma vincente è la dedizione.

Notevole anche la performance del suo compagno di squadra, il veterano, l’artista della sella, il giovanissimo Riccardo Trufelli che ormai conosciutissimo nell’ambiente, è alla sua terza esperienza internazionale.

Si sono alternati sui podi delle quattro prove, fino all’ultimo secondo, riportando sempre risultati eccellenti:

La prima prova, Addestramento, li vede bronzo ex equo in un rettangolo dominato dagli italiani, dove l’oro è andato a Agnese Palombi e l’argento al nuovo Campione europeo Stefano della Corte.

La seconda prova, Attitudine, vede l’argento della Mattioli ex equo questa volta con Della Corte, prova in cui Trufelli si è comunque aggiudicato un prezioso 5° posto.

Lo Sbrancamento vede questa volta Mattioli coi punti del 5° posto, prova invece sfortunata per il giovane Trufelli, favorito per la sua comprovata abilità nella gestione della mandria con tempi sempre eccezionali.

Brillante invece la performance di Trufelli nella Gimkana, che gli fa guadagnare l’oro individuale con un percorso da manuale, mozzafiato, degno dei migliori open.

Che dire ancora di questi ragazzi, se non bravi, bravi, bravi e ancora bravi!!!

Gratitudine ed ammirazione giungono dal Presidente del Comitato regionale Marche, Maria Carla Masi, a questi atleti, orgoglio marchigiano, che hanno pregevolmente rappresentato non solo la regione ma l’Italia, regalandoci l’emozione del vero sport.

Soddisfatto il responsabile del dipartimento Monta da Lavoro Ernesto Fontetrosciani «Sono stati quattro giorni meravigliosi per la Federazione e per la Monta da lavoro che hanno permesso di dimostrare, che una città come Narni e una regione come l’Umbria sono in grado di ospitare manifestazioni internazionali di grande valore. Un grazie va allo staff del CI Regno Verde di Gianluca Quondam, che ci ha dato una mano, agli sponsor e a tutti coloro che hanno permesso di portare fino in fondo con successo l’evento. Spero sia un’occasione per ragionare e fare in modo che in Italia si organizzi qualcosa di ancora più grande e importante nel prossimo futuro».

Presenti alle premiazioni anche il Vice Presidente della Federazione Internazionale Jean Louis Mermillod, il Consigliere Nazionale Riccardo Scorsone, il delegato tecnico della FITE Thierry Mouroard e il rappresentante dello sponsor Cancellotti Srl.

Queste le classifiche:

JUNIOR - Campionato Europeo di Monta da Lavoro Tradizionale

  1. Italia 1° 55,5 43                  98,5
  2. Germania 2° 41 40            81
  3. Francia 3° 33,5 23              56,5
  4. Olanda 4° 29 26                55

Classifica Individuale Junior - Campionato Europeo di Monta da Lavoro Tradizionale

  1. Italia DELLA CORTE STEFANO - LAIKA
  2. Italia PALOMBI AGNESE - ILENIA
  3. Italia MATTIOLI CHIARA - ESPUMADOR
  4. Italia TRUFELLI RICCARDO - LEO CHICJAC
  5. Germania JOHANNA UELZEN - ANTON
  6. Germania LAUKEMPER ANNA - STARLIGHT SMART MIMI
  7. Francia FUSTER AGATHE - QUECHA D'HERCULAT
  8. Italia CALAFIORE SUSY - GRANPASSO
  9. Olanda HEUSEVELDT ROBIN - AMIGO (FRITZ)
  10. Italia PECORARI FRANCESCA - FIORE
  11. Olanda HOEFFGEN STAN - PERLITA
  12. Francia VERMERSCH LèA - SALIN DU PETICLAUX
  13. Germania STABER MAX - KID PINE CODY
  14. Francia BROUSSOLLE SAM - APOLLON DU MAS
  15. Francia PIERLOVISI MARGOT - BEAUTE
  16. Olanda OLDENBOOM ELLIS - KING KAY